Programmi Futuri

 

Associazione Internazionale dei Media per la Pace (IMAP)

L'International Media Association for Peace riconosce il ruolo vitale che i giornalisti svolgono nel proteggersi dal totalitarismo e nel sostenere l'espansione della libertà. IMAP rappresenta una rete professionale mondiale di giornalisti che promuovono una comunicazione socialmente responsabile e morale per trasmettere contenuti accurati, affrontare le sfide del nostro tempo sulla base dei più alti principi del giornalismo etico e comprendere che i valori universali sono elementi chiave di un mondo di pace.


Risoluzione inaugurale dell'Associazione Internazionale dei Media per la Peace (IMAP)

Come partecipanti al Summit Mondiale 2020, patrocinato dalla Universal Peace Federation (UPF) e convocato a Seoul, Corea del Sud, dal 2 al 7 febbraio 2020, sul tema "Pace, sicurezza e sviluppo umano: interdipendenza, prosperità condivisa e valori universali", affermiamo la necessità di una leadership responsabile e di un buon governo per creare un mondo di pace duratura in cui persone di tutte le nazionalità, etnie , razze, culture e visione del mondo convivano nel rispetto reciproco, nell'armonia e nella cooperazione.
Plaudiamo alla leadership del Dr. HakJa Han Moon e del suo defunto marito, il reverendo Sun Myung Moon, per la loro visione e il loro lavoro nel corso di molti decenni per creare "una famiglia sotto Dio". Ciò include la fondazione di UPF, una ONG con status consultivo generale presso il Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite, così come i principali media come Segye Ilbo in Corea, Sekai Nippo in Giappone e The Washington Times negli Stati Uniti.

I giornalisti svolgono un ruolo fondamentale nella protezione dal totalitarismo e nel sostenere l'espansione della libertà. Crediamo che quando i mezzi di comunicazione esercitano correttamente il loro potere e la loro influenza, possono contribuire a garantire la libertà e la pace per tutta l'umanità.

Proponiamo di inaugurare l'Associazione internazionale dei media per la pace, un progetto della Federazione universale per la pace, per lavorare in collaborazione con il Consiglio internazionale per la pace, l'Associazione internazionale dei parlamentari per la pace, l'Associazione interreligiosa per la pace e lo sviluppo e l'Associazione internazionale per la pace e lo sviluppo economico.

Pertanto, come partecipanti al Summit Mondiale 2020 e alla conferenza inaugurale dell'Associazione Internazionale dei Media per la Pace, con il tema "Stabilire un ambiente globale di interdipendenza, prosperità condivisa e valori universali: Il ruolo dei media",

Riconoscendo che l'umanità cerca di vivere in un mondo pacifico in cui valori universalmente condivisi conducono alla cooperazione reciproca,

Riconoscendo il potere dei media nel difendere la libertà, opporsi alla tirannia e preservare i diritti umani e la dignità dati da Dio,

Affermiamo e ci impegniamo a sostenere i seguenti principi e obiettivi:

Promuovere mezzi di comunicazione autonomi, socialmente responsabili e morali.

Ripristinare la credibilità del giornalismo perseguendo scrupolosamente l'accuratezza, una chiara attribuzione a fonti credibili, garantire l'equità con l'inclusione di punti di vista opposti; rimuovere i pregiudizi personali dagli articoli e dalle notizie; evitare contenuti degradanti; praticare il rispetto per la dignità del nostro pubblico.

Sviluppare linee guida per i media che promuovano i più alti standard nei loro report e articoli.

Combattere l'erosione della privacy personale guidata da governi prevaricanti e piattaforme digitali soggette a errori.

Sviluppare programmi di formazione e sviluppo professionale per i giornalisti, compresi quelli incentrati sull'etica dei media.

Stabilire programmi di riconoscimento e promozione dell'eccellenza nel giornalismo.

Costruire reti professionali per i giornalisti per promuovere un mondo di pace, cooperazione, valori universali condivisi, interdipendenza e prosperità condivisa.

Noi sottoscritti affermiamo e dichiariamo in questo giorno la nostra determinazione a creare un corpo di media mondiali che trasmetta contenuti accurati, affronti le sfide del nostro tempo, si basi sui più alti principi del giornalismo etico e comprenda che i valori universali sono elementi chiave di un mondo di pace.

Firmato oggi, 2 febbraio 2020, a Seoul, Corea del Sud.

We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.