Newsletter



Receive HTML?

Joomla Extensions powered by Joobi

We have 486 guests and no members online

Example of Section Blog layout (FAQ section)

Dichiarazione UPF: Giornata della Pace 2010

dupf

 

La Federazione Universale per la pace afferma e sostiene pienamente la Giornata Internazionale della Pace delle Nazioni Unite, che si svolge ogni anno. Le sezioni dell’ UPF in tutto il mondo si uniscono con le agenzie delle Nazioni Unite e con altre ONG nell'osservazione e  celebrazione di questa giornata. Come nel 2008 e nel 2009, anche nel 2010, l’UPF ha organizzato e partecipato a vari programmi in più di 40 nazioni.

Nello stesso tempo, l’UPF riconosce la verità importante, eloquentemente affermata nella Costituzione dell'UNESCO scritta nel 1945, subito dopo la seconda guerra mondiale.

"Poiché le guerre hanno origine nello spirito degli uomini è nello spirito degli uomini che si debbono innalzare le difese della pace".


Il Compito delle Nazioni Unite di "salvare le future generazioni dal flagello della guerra" non è naturalmente solo il compito delle Nazioni Unite, ma dell'intera famiglia umana.

I conflitti umani e il ricorso alle armi hanno le loro radici nella rottura dei rapporti umani e nel fallimento umano di vivere secondo i nostri più alti ideali e aspirazioni. La violenza è il sintomo di un fallimento morale e spirituale. Se vogliamo eliminare la violenza e le armi di distruzione di massa, dobbiamo impegnarci ad un risveglio morale e spirituale.

Una pace duratura è garantita non solo attraverso la riduzione degli armamenti e degli arsenali ma, soprattutto, dalla crescita della solidarietà tra tutta la famiglia umana e dalla consapevolezza che siamo tutti fratelli e sorelle, che condividiamo un patrimonio comune spirituale e morale. Siamo un'unica famiglia sotto Dio. Ed è questa consapevolezza che dà luogo alla volontà collettiva di porre fine ai conflitti violenti.

La religione ha una profonda rilevanza e significato, nello sforzo di garantire i diritti umani. Le religioni insegnano che condividiamo una origine comune, la fonte del nostro valore sacro ed i nostri diritti come esseri umani. Le religioni insegnano il valore di ogni essere umano e il bisogno di amare e servire gli altri. Con la crescita della consapevolezza spirituale, emerge una forte volontà collettiva per garantire il benessere di tutti. Quindi, dovremmo promuovere i valori universali trovati negli insegnamenti di tutte le grandi religioni del mondo.

Nello stesso tempo, dobbiamo riconoscere la verità spiacevole e sgradevole che molti, anche la maggior parte dei conflitti violenti di oggi sono aggravati dalle dispute religiose. Pertanto, l’UPF enfatizza che la pace mondiale può essere pienamente realizzata solo quando la saggezza e l'impegno delle guide religiose del mondo, lavorano in modo cooperativo e rispettoso con le guide delle nazionali che hanno tanta saggezza pratica.

Pertanto, in questa occasione della Giornata Internazionale della Pace 2010, l'UPF propone l'istituzione di un Consiglio Interreligioso presso le Nazioni Unite, sia come luogo in cui le fedi del mondo possono incontrarsi insieme in pace per affrontare le aree di conflitto e di attrito, e sia come un forum dove la sapienza e l’intelligenza possono essere condivisi nella speranza di aiutare le Nazioni Unite ad affrontare le sue molte difficili sfide.


 

New York, 21 Settembre 2010