Quello che tu puoi fare è solo una goccia nell'oceano,
ma è ciò che dà significato alla tua vita
Albert Schweitzer      

Newsletter



Receive HTML?

Joomla Extensions powered by Joobi

Programmi Futuri

 

Nazionali

Cooperazione tra mussulmani e cattolici a Roma

Roma 13 gennaio 2011 - Cooperazione tra mussulmani e cattolici

Come proseguimento della competizione “Un dolce per la Pace” nel dicembre scorso,il presidente dell’Upf- Italia, Giuseppe Calì, ha invitato, alcuni ambasciatori, politici, leader religiosi e altri distinti leader per un incontro vicino Roma, il 13 gennaio, sulla cooperazione e la pace. Tra questi, l’Ambasciatore iracheno, S.E. Habeeb Mohammed Hadi Ali Al-Sadr, e il presidente della Federazione tra le Associazioni del Clero, Mons. Vindrola.

L’ambasciatore ha apprezzato il lavoro dell’UPF, citando l’importanza dell’armonia interreligiosa come la base fondamentale per un mondo di pace. Il rappresentante Cattolico, Mons. Vindrola ha espresso un profondo desiderio di cooperare con le ambasciate e le associazioni rappresentanti le molte comunità di immigrati in in Italia, per promuovere una cultura di rispetto reciproco ed amore. Entrambi hanno menzionato l’UPF come l’organizzazione più efficace e meglio preparata per mediare tra le culture e le religioni e promuovere e organizzare attività per tali scopi.

Ro20100113
Ro20110113a

Tra le molte proposte per la cooperazione una è stata molto suggestiva: “viaggio per scoprire i fatti” in Iraq, visitando i luoghi sacri e storici con il patrocinio del governo Iracheno. Su questa proposta e su altre si inizierà a lavorare presto.

É stato un incontro molto significativo, l’incontro si è concluso con la presentazione dei certificati di Ambasciatori di Pace all’Ambasciatore iracheno e al Mons. Vindrola.